Come fare degli oli magici o per massaggio?

Preparare un olio magico è semplice ma naturalmente dovete conoscere il significato delle piante che userete e sopratutto dovete concentrarvi nello scopo per cui preparete l olio.  Le cosi chiamate streghe, anticamente e originariamente non possedevano oli essenziali come abbiamo oggi quindi preparavano gli oli esse stesse. Dalla raccolta alla scelta delle piante da usare al procedimento della preparazione, tutto va incentrato sulla concentrazione. Gli oli vengono usati per ungere candele e attrezzi magici ma anche per massaggiare o per ungere oggetti adatti ad uno scopo magico.  Sarebbe meglio usare erbe fresche raccolte o coltivate da voi stessi ma se non potete ed usate erbe secche dovrete usarne una quantità maggiore. Potete decidere di usare solo una sola pianta o piu piante ma non mettetene più di 3 per volta.

Quale olio usare?

Potete usare olio di mandorla o girasole  e non vi piace l olio di oliva anche se tradizionalmente viene usato l olio extravergine di oliva perchè viene considerato il più naturale.  Ricordate che se scaldate gli oli prima di usarli dovete farlo a bagnomaria e renderli solo tiepidi per non perdere i principi attivi delle piante che avete usato.

Come ungere le candele magiche?

Per ungere le candele usate oli freddi o a temperatura ambiente e ricordate che anche la direzione in cui spalmate gli oli ha un significato particolare. Molti esoteristi chiamano questo processo : vestire la candela.  Nei riti propiziatori e che favoriscono la crescita di qualcosa, la candela va unta partendo in alto e terminando in basso. Alcune persone usano un altro metodo cioè iniziare dallo stoppino  e in senso orario arrivare al centro e poi dalla base riarrivare al centro.  Nei riti di allontanamento o nei riti in cui qualcosa va bandito o separato, la candela va unta partendo in alto e terminando in basso o partendo dal centro verso la base in senso antiorario e dal  centro verso la base.

Qui alcune ricette per oli :

Per ungere le candele dei rituali: 

Riempiamo un piccolo vaso di vetro con incenso in grani e riempiamo di olio di oliva fini al bordo. Non devono formarsi bollicine per cui con un mestolino di legno pressate bene cercando di non rompere i grani e poi chiudiamo e teniamo per 4 settimane in un luogo dove non arriva diretta la luce del sole.  Sarebbe meglio tenerlo al  fresco in un luogo asciutto e la notte lasciarlo sul davanzale della finestra in modo che venga caricato di luce lunare. Ogni giorno girate il vaso e controllate che non si siano formate bollicine. Dopo le 4 settimane filtrate in un colino dove dentro avrete anche poggiato della garza e  non schiacciate i grani che potremmo far asciugare al sole e usare per preparare delle palline di incenso per le fumigazioni.

Attirare amore e finanze:

Riempiamo un vasetto di vetro con dei fiori e foglie di camomilla e riempiamo di olio di oliva fini al bordo. Non devono formarsi bollicine per cui con un mestolino di legno pressate bene la camomilla e poi chiudete e tenete per 4 settimane in un luogo dove non arriva diretta la luce del sole. Ogni giorno girate il vaso e controllate che non si siano formate bollicine e se neccessario aggiungete altri fiori e foglie. Dopo le 4 settimane filtrate in un colino dove dentro avrete anche poggiato della garza e pressate bene i fiori e le foglie. Il vostro olio è pronto per essere usato e se volete usarlo tiepido per massaggio, ricordatevi di riscaldarlo a bagnomaria.

Olio di iperico:

Famosissimo e antichissimo procedimento per un olio che viene usato per lenire scottature solari o eritemi ma anche per invocare San Giovanni o per protezione. La pianta infatti viene anche chiamata scaccia demoni. Nei massaggi viene usato contro i dolori della sciatica e delle articolazioni.  Mettere le cime del fiore appena raccolte e asciutte in un vasetto di vetro (meglio se raccolte il 24 Giugno) e coprire fino all’orlo con olio di girasole o olio di oliva. Lasciare macerare un mese intero : se si formano bollicine aggiungere fiori e rivoltare sempre una volta a settimana. Anch ese i fiori sono gialli  questo olio tende ad assumere una colorazione rossastra ed è molto sensibile al sole. Non esporlo per tante ore alla luce diretta del sole. Dopo un mese filtrare e conservare in vasetto scuro. 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: