Smudge: una passione infinita.

Ammetto lo amo! Amo raccogliere le erbe nel mio piccolo balcone che ho trasformato in minigiardino. E sopratutto amo usare le erbe creando sali da bagno,oli per massaggi, oli aromatici, poutpourri e smudge. Quindi oggi vi spiegherò come fare uno smudge perchè è molto facile, perchè comunque più salutare e più economico, più divertente e rilassante che comprarne uno fatto, perchè  facendolo   amalgamerete la vostra energia con quella delle piante. 

Usare gli smudge e crearli è una tradizione dei Nativi Indiani che vivevano in America ma si trovano traccie di questa pratica anche fra gli sciamani in  Africa e America Latina. Loro usavano bruciare lo smudge per protezione  e purificazione  nelle celebrazioni magiche e religiose o nei  rituali sciamanici. Seguivano la giusta credenza che ogni pianta possiede delle qualità e proprietà che bruciate vengono lasciate libere e attraverso il fumo salgono nel mondo degli spiriti e nell universo. Il fumo veniva considerato il canale della comunicazione: colui che univa terra e cielo. Gli sciamani usano anche interpretare il fumo per vedere se esistevano delle negatività e quali fossero.

La parola smudging significa bruciare erbe o incensi. Il fumo viene cosparso sulla persona o nei luoghi con le mani o tradizionalmente con delle piume di uccello che troverete in natura. Naturalmente in commercio potete trovare dei bastoncini con delle piume e pietre.  Anticamente lo smudge  veniva acceso e poi posato su grandi sassi concavi o conchiglie ed erano molto grandi e lunghi.

Lo smudge spesso viene confuso e pure commercializzato come incenso. Niente di più sbagliato in quanto gli smudge vengono preparati con erbe e piante e fiori mentre gli incensi sono delle resine che vengono secrete da alberi particolari e raccolte vengono cristallizzate e vendute in polvere o grani o trasformate in oli essenziali. Tradizionalmente si usa la salvia, specialmente quella bianca, ma gli smudge possono essere davvero preparati con più erbe e, se preferiamo, anche inserire fiori.  Inanzitutto decidete quanto grande volete che sia il vostro smudge: alcune persone preferiscono creare più mini smudge mentre altre persone preferiscono uno smudge più grande e lungo. Altra scelta da compiere è se creare uno smudge da bruciare su  un piatto o incensiere o se tenerlo in mano: in questo caso dovete liberare di almeno 4 centimetri il gambo delle piante dalle foglie.

Seconda scelta è lo scopo per cui preparate il vostro smudge: volete purificare o proteggere? Volete solo fare un piccola pulizia eterica ed astrale? O volete solo un piccolo aiuto rilassante nella meditazione? Volete allontare energie negative? Potete anche purificare i vostri attrezzi magici o i cristalli o come gli sciamani usate il fumo per cadere in profondo rilassamento e trance. In questo caso dovete avere una profonda conoscenza delle proprietà delle piante che userete. Quando avete deciso lo scopo dello smudge scegliete le  piante che userete.

Mettete le piante una sopra l altra come a formare un bastoncino o intrecciandole e usando un filo di cotone o una corda sottile legatele alla base e avvolgete le piante come in una spirale e poi alla sommità ritornate indietro riavvolgendo il filo fino alla base. Legatelo bene e ricordate sempre di avvolgere in modo stretto il filo e poi appendetelo sottosopra ad asciugare una o due settimane in luogo fresco e asciutto o se volete esponetelo alla luce solare.

Ora siete pronti ad usarlo: accendete le punte del fascio di rami con un fiammifero o una candela. Quando la punta brucia spegnete il fuoco e lasciate fumare lo smudge lentamente in una ciotola o qualsiasi altro oggetto concavo non infiammabile. Non dovete mai spegnere lo smudge e nemmeno bagnarlo: lasciatelo spegnere da solo.

Cospargete il fumo utilizzando una piuma o le mani partendo dal basso verso l’alto, in senso orario e respirando profondamente  quando lo si passa davanti al viso  per poi raggiungere infine la sommità del capo e ritornare al basso.  Nei luoghi cominciate dagli angoli e poi vicino alle finestre e alle porte e terminate sempre fuori dalla porta di casa. Cominciate sempre dal basso lasciando risalire il fumo verso le pareti. Ricordatevi sempre di arieggiare la casa dopo aver fatto delle fumigazioni e bruciato uno smudge.

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: