Come usare la nostra energia

Come trasmettere ed aiutare la guarigione attraverso la nostra energia?

Sicuramente avrete gia sentito parlare di termini come PRANA E CHI -KI , che altro non sono che la nostra stessa energia e l energia universale.

Ci sono molti modi per canalizzare la nostra energia e lasciarla fluire attraverso le mani. .

Naturalmente per chi si affaccia ora al mondo delle guarigioni alternative o ancora è un principiante questo può sembrare una cosa facile ma in effetti non lo è. Tutto richiede una conoscenza profonda non solo del corpo ma anche di noi stessi ed dei passaggi obbligatori: anche se riuscite già a percepire la vostra energia dovete imparare a canalizzarla ed usarla ma anche a ricaricarla e sopratutto a proteggere voi stessi dalle energie altrui e a caricare queste energie.

Quindi dentro noi stessi ci deve essere una perfetta accettazione di noi stessi e un bilancia armonizzata fra corpo e psiche.
Anche il solo saper canalizzare ed lasciar fluire l energia non vuol dire che funziona: alla base ci deve sempre essere la libera volontà ed il puro desiderio di voler aiutare ed il poterlo fare. Incominciamo con un esercizio che conoscerete cioè riconoscere la vostra energia. Sedetevi in un luogo silenzioso ad occhi chiusi e respirate profondamente per circa 10 secondi. poi dopo che inspirate trattenete per circa 2-3 secondi l aria cercando di sentire come si formi in voi tra la pancia ed il cuore una palla luminosa di energia. fate questo esercizio 3 o 5 volte e poi immaginate che questa palla si diriga veloce verso le vostre mani. sfregate le mani fino a che sentirete un formicolio o calore e con il tempo sentirete questa energia sempre più forte in voi attraversarvi il corpo e gli arti fino ad arrivare alle mani. ora distanziate le mani di un paio di centimetri e sentite la palla di energia fra di esse.
Iniziate il vostro cammino con questo esercizio senza pretendere troppo da voi stessi e senza aspettare risultati subito e non abbiate fretta.
Le prime settimane inviate questa sfera di energia nell universo. Non usatela ancora per aiutare voi stessi o altre persone. State molto attenti ai sentimenti che provate quando fate gli esercizi oltre che all ambiente. Un silenzioso ambiente con pochi stimoli e arieggiato è ottimale. Dovete essere calmi e consci di voi stessi e rilassati. Non dovete farvi rapire da sentimenti negativi o lasciare che immagini di situazioni negative o spiacevoli alterino le vostre emozioni. Vi dovete concentrare e sentire solo voi stessi e il respiro e la vostra energia. Se siete di malumore o frettolosi o volete avere dei risultati con la forza la vostra energia sarà di una qualità insignificante.
Per ricaricare la vostra energia, che avrete perduto potete usare metodi. Uno è quello di stare in piedi a braccia alzate e gambe un po divaricate e assorbire l energia del sole o della luna. Un altro metodo è quello di camminare a piedi nudi nella campagna o in un bosco o sedersi con la schiena appoggiata ad un albero. Anche qui vige la regola del non pensare e concentrarsi a quello che si sta facendo e sentendo. La natura lavora per noi e con noi ma anche noi dobbiamo impegnarci. Impariamo subito anche dopo ogni guarigione a scuotere le mani come per gettare via i residui della nostra energia e quelli che abbiamo assorbito e a lavarle con acqua fredda fluente. Il meglio sarebbe con acqua di mare o fiume.
Con il passare delle settimane introduciamo una variante: quando avrete fra le mani la vostra palla di energia cercate di distanziare le mani in modo che la palla pian piano si espanda. Sentirete voi stessi quando il momento giusto è arrivato perchè le mani saranno più calde e più pesanti . Un altra cosa importante su cui dovrete lavorare è l elettromagneticità: anche nelle nostre mani come nel corpo e come nella natura siamo dotati di poli elettrici e magnetici. Come fossimo delle batterie viventi anche noi abbiamo solitamente il polo elettrico nella mano sinistra ed il magnetico nella mano destra. Se siamo mancini sarà il contrario. L mano elettrica quindi è la mano che dà energia mentre la magnetica è quella che la riceve. quindi spesso ci renderemo conto che l energia deve essere bilanciata e che la mano magnetica è quella che assorbe meglio le energie altrui. Provate a fare un esercizio : mettete le mani circa 1 centimetro sopra una pietra o sopra un fiore e rilassatevi aspettando e non cercando di sentire l energia della pietra o del fiore che scorre fino a voi. Mai forzare le sensazioni!
Un esercizio importante per scaricare le energie in eccesso ma anche abituarci a respirare nel modo giusto è un esercizio di respirazione : rilassati cerchiamo inspirando di immaginare di introdurre in noi un energia luminosa che si espande nel nostro corpo. poi tratteniamo alcuni secondi l aria immaginando che si formi in noi una nebbia cioè energia scura che è formata dalle nostre sensazioni negative ed energie dannose. Quando espiriamo visualizziamo e sentiamo come queste energie escono da noi e le lasciamo andare via come una nube di fumo o vapore che si dissolverà da sola.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s